La mattina dopo | Mario Calabresi

Febbraio 19, 2020
Spread the love

Un libro che parla di resilienza e di cambiamento, e l’autore tratta questi due temi attraverso il racconto della vita di persone che hanno ricostruito il loro presente ed il loro futuro, lasciandosi alle spalle un passato doloroso. I protagonisti di queste storie hanno vite diverse ma tutte accomunate dalla lotta per ricominciare. Un problema di salute, un trauma psicologico, una perdita importante, una rinuncia che ha determinato problemi economici. Gli ostacoli della vita cambiano le persone che devono ripartire da capo ed iniziare una vita diversa ma spesso più consapevole e responsabile. Perché il risveglio, nato dal dolore, cambia chi ne é vittima.

Un libro che parla di resilienza e di cambiamento, e l’autore tratta questi due temi attraverso il racconto della vita di persone che hanno ricostruito il loro presente ed il loro futuro, lasciandosi alle spalle un passato doloroso. I protagonisti di queste storie hanno vite diverse ma tutte accomunate dalla lotta per ricominciare. Un problema di salute, un trauma psicologico, una perdita importante, una rinuncia che ha determinato problemi economici. Gli ostacoli della vita cambiano le persone che devono ripartire da capo ed iniziare una vita diversa ma spesso più consapevole e responsabile. Perché il risveglio, nato dal dolore, cambia chi ne é vittima.

A volte diamo per scontata la presenza di qualcuno o qualcosa ed invece nulla è eterno ma quando ce ne rendiamo conto, spesso è troppo tardi e ci resta solo la mattina dopo, il senso di vuoto e di vertigine. E’ il momento in cui capiamo che nonostante tutto la vita va avanti, incurante di tutto, indifferente agli eventi, non ferma il suo corso. Ma nulla è più come prima, anche chi ha subito la perdita. Un da oggi in poi che parte dal proprio vissuto per poi alle esperienze altrui. Calabresi fonde insieme fatti di vita privata con racconti in prima persona di storie realmente accadute ed il filo conduttore è sempre quello della mattina dopo che va affrontata con coraggio e passione, nonostante le difficoltà ed il proprio trascorso. E’ un libro che dona speranza e che sa commuovere perché tutti hanno una mattina dopo. E non una sola. Ammettere il gusto amaro della sconfitta e dell`imprevisto che può accadere in ogni momento: questo è ciò che Calabresi ci trasmette con questo libro, assieme all’accettazione che dona ai protagonisti la forza necessaria a ricominciare. Questo libro meraviglioso che racconta una storia intima, costruita sui ricordi personali e di famiglia, in modo sereno e scorrevole. La fiducia nel futuro è sempre presente in questi racconti di storie di vita, che in parte sono certamente autobiografiche. La lettura è piacevole e scorrevole e suscita ricordi gradevoli che hanno un sapore antico, che lo scrittore sa evocare con maestria. Ricco di esperienze anche dirette dell’autore, apre uno sguardo positivo sulla realtà anche quando essa risulta negativa. Ognuno di noi, ogni lettore, può ritrovarsi in questo libro perché tutto abbiamo la nostra “mattina dopo”. L’autore riesce a dare parola alle emozioni, che sono universali, perché tutti noi li abbiamo provati almeno una volta. Talvolta questi sentimenti sono difficili da inquadrare e da esprimere. Tutti al nostro risveglio abbiamo un peso sul cuore, causato da un dolore che è accaduto inaspettato. Calabresi lo mette nero su bianco con introspezione profonda e rispetto per le emozioni che racconta e descrive con grazia partendo dalla propria esperienza e dal proprio vissuto. Ecco, potremmo dire che l’autore guida il lettore lungo una strada di rinascita, verso un risveglio dall’oscurità in cui i protagonisti sono caduti a causa del dolore inaspettato che li ha travolti.

Quella luce faticosa da trovare illuminerà un luogo in cui è possibile ritornare a vivere e guardare al nuovo giorno in maniera positiva e costruttiva. La Mattina Dopo è un libro da regalare a coloro che hanno appena subito una perdita, per offrire loro una strada per metabolizzarla, superarla e tornare a vivere anche se diversi da prima. Ma è anche un libro da regalare a sé stessi, perché in esso ci si può rispecchiare, perché esso dona la speranza verso il futuro e la forza di andare avanti, e porta con sé un messaggio di resilienza e coraggio perché il cambiamento e la perdita non rappresentano per forza la fine ma possono diventare un nuovo punto di partenza.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *