Il cacciatore di aquiloni | Khaled Hosseini

Maggio 1, 2020
Spread the love

Nel ‘Cacciatore di aquiloni’ Kaled Hosseini narra la storia di due ragazzi, due amici inseparabili: la storia di Amir e quella di Hassan, delle loro complicate famiglie e del travagliato destino dell’Afghanistan dopo il colpo di stato del 1973 che aveva destituito il re Zahir Shah, spalancato le porte di Kabul ai Russi e infine accolto i Talebani e la loro folle shari’a.
Narratore eccellente, Hosseini pone in risalto le difficoltà di un popolo che in un breve lasso di tempo si è visto spogliato dei propri valori culturali ed economici, Dignità e supremazia sembrano essere epicentro di un meraviglioso mondo perduto, un mondo fragile che solo nel tempo riuscirà a svelare indicibili segreti.
Dal ‘Cacciatore di Aquiloni’ emerge una sorta di fatalismo: come se nascere servi, cattivi o pavidi sia una eredità genetica ineludibile. Ben modellato il contrasto tra cultura tradizionale afghana e il moderno modello americano.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *