L'appello | Alessandro D'Avenia

L'appello | Alessandro D'Avenia

Perché leggere L’appello di Alessandro D’Avenia

L’appello di Alessandro D’Avenia è un romanzo che racconta di una classe di ragazzi sbandati e senza futuro.

Omero, un professore cieco, decide di raccogliere ed aggiustare questi sgangherati strumenti rotti fino a formare con essi una meravigliosa orchestra.

Omero Romeo insegna scienze ma non è un insegnante come gli altri. Egli infatti è diventato cieco ma ciò non gli ha impedito, dopo una lunga pausa, di rimettersi in gioco tornando ad insegnare.

Omero prende in carico la classe quinta di un liceo. Una classe speciale, che nessuno vuole, alla quale nessuno vuole dare una possibilità. Una classe di studenti problematici, la cui giovinezza è stata distrutta da una vita tutt’altro che gentile e il cui futuro sembra già deciso. Eppure Romeo vuole vincere questa sfida, assieme a quella della cecità, e combatte assieme ai suoi ragazzi contro i pregiudizi che li vorrebbero perdenti e senza un domani.

La classe di Omero è speciale. Come lui.

Tutto inizia con la prima cosa che si fa a scuola: l’appello

Il metodo di Romeo non è tradizionale. La sua idea di scuola è infatti diversa da quella classica, che valuta gli studenti in base alle loro capacità scolastiche. Romeo si oppone ai pregiudizi, che vorrebbero la sua classe fallita e senza futuro, perché lui stesso ne è vittima, ormai privo della vista e dunque, per la società, incapace di insegnare.

L’idea di scuola di Romeo è dunque quella di conoscere i suoi ragazzi e di accompagnarli verso la maturità, non per giudicarli con dei voti ma per aiutarli a realizzarsi nella vita e a diventare gli adulti che sognano di essere.

Riuscirà nell’intento iniziando dalla prima cosa che si fa a scuola: l’appello. Proprio l’appello è il titolo di questo bel romanzo. Non potendo vedere i volti degli alunni, Romeo inventa infatti un nuovo modo di fare l’appello, dedicando a questo momento tutto il tempo e l’attenzione necessari.

L’appello di Alessandro D’Avenia è un romanzo che sa penetrare il cuore del lettore. Assolutamente consigliato.

Qualche notizia sull’autore

Scrittore, insegnante e sceneggiatore, Alessandro D’Avenia si è laureato nel 2000 alla sapienza di Roma in Letteratura Greca. Ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Lettere Classiche per poi dedicarsi all’insegnamento del Greco e del Latino al Liceo. Il suo romanzo d’esordio è Bianca come il latte, rossa come il sangue, uscito con la Mondadori e dal quale è stata tratta la sceneggiatura dell’omonimo film della RAI.

Articoli simili